Servizi
PER INTERMEDIARI FINANZIARI
Profilo
Comunicazione
Contatti

Garanzia

La garanzia di Italia Comfidi, vantaggio competitivo per la tua impresa

La sicurezza di averci come partner

Da oltre quarant’anni ci impegniamo ad agevolare l’accesso al credito per le PMI e le start-up, garantendo tutte le tipologie di finanziamento a breve, medio e lungo periodo messe a disposizione delle oltre duecento banche partner. Italia Comfidi ricopre così il doppio ruolo di garante per le aziende e di intermediario tra l’istituto di credito e l’impresa.

Un canale preferenziale per ottenere credito
Concretamente, la garanzia su un prestito rappresenta una forma di sicurezza per l’istituto bancario che, mitigando il rischio dell’operazione, rilascia più facilmente il finanziamento all’azienda. Per le imprese, quindi, si apre un canale preferenziale per ottenere credito, che può essere concesso ad importi maggiori e a condizioni più favorevoli.

La garanzia alle migliori condizioni
Italia Comfidi, inoltre, gestisce anche il rapporto tra la banca e l’azienda. Conoscendo il mondo bancario e le caratteristiche richieste per un finanziamento, siamo in grado di affiancare l’imprenditore rendendolo consapevole degli step da seguire e, in caso di anomalie, possiamo intervenire con una consulenza approfondita per portare l’azienda ad essere finanziabile. Offriamo le migliori condizioni per l’ottenimento del credito. Grazie all’accesso al Fondo di Garanzia, ai fondi pubblici territoriali e al Fei, garantiamo fino all’80% dell’importo finanziato consentendo alle aziende di realizzare investimenti, sviluppare nuovi progetti e consolidare la propria posizione sul mercato.
Richiedi la garanzia di Italia Comfidi

Rilasciamo garanzia su

Finanziamenti medio e lungo termine. Dal pagamento ai fornitori al sostegno del capitale circolante, supportiamo le imprese con la nostra garanzia sui finanziamenti fino a 120 mesi.

Finanziamenti a breve termine. Rispondiamo ai bisogni di liquidità delle aziende garantendo le operazioni a breve termine fino a 18 mesi: dallo scoperto di conto corrente all'anticipo fatture.

Chi può ottenere la garanzia

Possono accedere alla garanzia di Italia Comfidi:

PMI che non hanno più di 250 dipendenti
, un fatturato massimo di 50 milioni di euro e un totale attivo massimo di 43 milioni di euro.

Soggetti appartenenti a qualsiasi settore ad esclusione del settore delle attività finanziarie, assicurative, oltre a quelli previsti dalla normativa.

Indici di bilancio rientranti nei range previsti dalla normativa.

I servizi della nostra garanzia

Affiancamento continuo
Un nostro consulente affianca l’imprenditore per tutta la durata dell’iter: dalla richiesta fino all’erogazione del credito.
Gestione della pratica
Gestiamo l'iter della pratica, facilitando il rapporto con l'intermediario bancario tramite la raccolta dei documenti e il supporto nella compilazione della modulistica.
Un’informazione costante
Informiamo i nostri soci sullo stato della pratica, permettendo il monitoraggio dei progressi e il confronto con il consulente dedicato.
Semplificazioni e maggiori opportunità per le Start-up
Garantiamo sia fidi a breve termine che finanziamenti a medio e lungo termine, con finalità investimenti e liquidità, aiutando l’imprenditore con gli adempimenti burocratici, come la redazione del Business Plan.
Richiedi la garanzia di Italia Comfidi
MISURE A VALERE SU FONDI PUBBLICI

Scopri i contributi accessori alla garanzia, nazionali e regionali, per ottenere un abbattimento del costo della garanzia o un contributo in conto interessi.

FONDO RISCHI A VALERE SULLE RISORSE DELLA LEGGE DI STABILITÀ 2014 (ART. 1, COMMA 54, L. 147/2013)

Italia Comfidi, con la presente misura in sua diretta gestione, ha l’obiettivo di agevolare la concessione di finanziamenti a favore di imprese socie su tutto il territorio nazionale. Attraverso il Fondo Rischi, istituito ai sensi dell’art. 1, comma 54, l. 147/2013, le imprese socie potranno infatti essere sostenute nell’accesso al credito bancario beneficiando della garanzia “a prima richiesta” ad impatto patrimoniale rilasciata dal Confidi che, nel caso di specie viene altresì presidiata nelle sole prime perdite dal Fondo citato, esprimendo così un pricing della garanzia di assoluta eccellenza. Si precisa che il 21 gennaio 2020, con apposita delibera consiliare, il CdA del Confidi ha determinato un rinnovato plafond sulla misura per oltre 170 ml di finanziamenti garantiti.
  • Prodotto a valere sulle garanzie

Italia Comfidi, sempre a valere sulla stessa misura ed ex D.M. 9 dicembre 2022, ai sensi della delibera del proprio Consiglio di Amministrazione del 20 giugno 2023 e con le risorse dello stesso Fondo Rischi eroga alle imprese socie anche finanziamenti agevolati per cassa che vengono cofinanziati dal medesimo Fondo pubblico e pro quota anche dai fondi propri del Confidi. Il plafond complessivo disponibile è pari ad € 10.000.000.

Vai alla SCHEDA DEL PRODOTTO

  • Prodotto a valere sui finanziamento agevolati
Italia Comfidi, sempre a valere sulla stessa misura ed ex D.M. 9 dicembre 2022, ai sensi della delibera del proprio Consiglio di Amministrazione del 20 giugno 2023 e con le risorse dello stesso Fondo Rischi eroga alle imprese socie anche finanziamenti agevolati per cassa che vengono cofinanziati dal medesimo Fondo pubblico e pro quota anche dai fondi propri del Confidi. Il plafond complessivo disponibile è pari ad € 10.000.000, successivamente integrato di altri 3.000.000 che troveranno effettiva operatività solo ad avvenuto esaurimento del primo plafond, che è ancora in fase di vigente collocamento.
 
 
FONDO DI PREVENZIONE DEL FENOMENO DELL’USURA EX ART.15 L.108/1996
Italia Comfidi, con la presente misura in sua diretta gestione, ha l’obiettivo di agevolare la concessione di finanziamenti a favore di imprese socie in situazioni di elevato rischio finanziario. Attraverso il Fondo di prevenzione del fenomeno dell’usura, istituito ai sensi dell’art. 15 Legge 7 marzo 1996 n° 108, le imprese potranno essere sostenute nell’accesso al credito bancario beneficiando della garanzia “a prima richiesta” rilasciata dal Comfidi nella misura dell’80% del finanziamento richiesto.

Vai alla SCHEDA DEL PRODOTTO
Iter Operativo LEGGE 108 – 1996
Circolare n.1/2018 MEF – Legge 108/1996
MISURE A VALENZA REGIONALE

ARTT. 6 E 7 L.R. N. 41/1997 DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Italia Com-Fidi, a valere sulla misura sopra richiamata è stato destinatario di una significativa contribuzione a Fondo Rischi e in Contribuzione in Conto Interessi per le proprie imprese socie nel commercio operanti in Emilia-Romagna.

Le garanzie eleggibili a prima richiesta rilasciate dal Confidi potranno assistere finanziamenti a medio lungo termine su investimenti da realizzare e i medesimi potranno essere coadiuvati da un rilevante contributo in conto interessi attualizzato, dunque evidenziandosi due misure agevolative a valere sulla medesima normativa.

Link: http://demetra.regione.emilia-romagna.it/al/articolo?urn=er:assemblealegislativa:legge:1997;41
Vai alla SCHEDA PRODOTTO

CRE.A 2023

La Regione Emilia-Romagna, con DGR n. 1426 del 28 agosto 2023, ha messo a disposizione delle micro, piccole e medie imprese, con unità locale e/o sede legale nelle province di Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini che abbiano subito un danno (danno emergente o lucro cessante) dagli eventi calamitosi occorsi nel mese di maggio 2023, un contributo ad abbattimento in conto oneri finanziari su finanziamenti bancari garantiti dal Confidi o erogati direttamente da Italia Com-Fidi. Sono ammessi tutti i settori merceologici, eccetto l’agricoltura. Sono tuttavia ammissibili le aziende del settore primario che abbiano un codice Ateco secondario ammissibile. Il collocamento della misura è stato prorogato con DGR n. 2040 del 27 novembre 2023 al 31 dicembre 2024.

Vai alla SCHEDA PRODOTTO

SVILUPPO IMPRESA CCIAA ROMA

La misura della CCIAA di Roma è finalizzata a supportare le imprese di Roma e provincia nella fase successiva alla loro costituzione, nello sviluppo dell’attività produttiva e nella digitalizzazione e innovazione dei processi aziendali e dei prodotti, attraverso un intervento che valorizzi gli investimenti effettuati e contribuisca a consolidare un circolo virtuoso fra imprese, Banche e Consorzi di garanzia fidi, al fine di supportare il sistema economico del territorio, incrementandone la competitività e sostenendolo nell’attuale congiuntura economica condizionata dagli scenari internazionali in atto, nonché per fornire alle imprese un aiuto per prevenire l’insorgere di crisi aziendali. La misura è gestita dalla Camera di Commercio di Roma mentre i Confidi convenzionati sulla misura mantengono la veste di soggetti attuatori.

Vai alla SCHEDA PRODOTTO

 

FONDO UNICO PER L’INTEGRAZIONE DEI FONDI RISCHI DEI CONSORZI DI GARANZIA FIDI

Italia Comfidi, nella veste di soggetto assegnatario pro quota del Fondo Unico di garanzia diretto a favorire l’accesso al credito delle mPMI della Regione Sardegna, ha stanziato uno specifico plafond di 5 milioni di euro assistito dalla garanzia diretta e destinato a sostenere l’accesso al credito delle imprese socie del Confidi con sede legale e/o operativa in Sardegna

Le garanzie eleggibili a prima richiesta rilasciate dal Confidi alle imprese socie vantano un pricing di assoluta eccellenza e potranno assistere sia finanziamenti a breve e sia finanziamenti a medio lungo termine su un’ampia platea di finalizzazioni.

Vai alla SCHEDA PRODOTTO

VOUCHER REGIONE SICILIA

La misura della Regione Siciliana è finalizzata all’abbattimento dei costi sostenuti dalle imprese siciliane per l’accesso al credito su finanziamenti in ogni caso garantiti da un Confidi. Si precisa che il contributo in conto oneri finanziari può essere concesso esclusivamente su finanziamenti deliberati da Banche già accreditate sulla specifica misura.

Vai alla SCHEDA PRODOTTO

REGIONE VENETO POR 2 FESR 2007-13 Azione 1.2.1

La misura prevede un riutilizzo delle risorse residuanti dal Fondo rischi di cui alla linea 1.2 "Ingegneria finanziaria", approvate con Deliberazione n. 1243 del 3 luglio 2012, a sostegno delle operazioni di garanzia su finanziamenti per investimenti innovativi e per lo sviluppo dell'imprenditorialità di MPMI venete.

Si precisa che la medesima misura è normata dalla nuova Convenzione sottoscritta dal Confidi con la Regione Veneto in data 03/08/2022, la quale disciplina anche il portafoglio di garanzie in essere a valere sul precedente collocamento, superando la previgente regolamentazione del 2012.

Vai alla SCHEDA PRODOTTO

Contattaci

Richiedi maggiori informazioni

Form 1

"*" indica i campi obbligatori

Sede legale

Direzione generale

Dati societari

Made by Sinaptic
menuchevron-down
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram