logo italiacomfidi
logo italiacomfidi
Servizi
PER INTERMEDIARI FINANZIARI
Profilo
Comunicazione
Contatti
17/04/2024

Sospensione fruizione credito di imposta 4.0: interviene l'Agenzia delle Entrate

In una FAQ, pubblicata ieri 16 aprile, ad integrazione della risoluzione n. 19 del 12 aprile 2024, l’Agenzia delle Entrate ha  specificato che “i crediti d’imposta di cui ai commi 1056 e 1057 si riferiscono agli investimenti in beni strumentali nuovi, effettuati rispettivamente:

  • dal 16 novembre 2020 al 31 dicembre 2021 (ovvero entro il 31 dicembre 2022, a condizione che entro il 31 dicembre 2021 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione)
  • dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022 (ovvero entro il 30 novembre 2023, a condizione che entro il 31 dicembre 2022 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione).

In entrambi i casi, se l’interconnessione del bene strumentale è avvenuta negli anni 2023 o 2024, è possibile utilizzare il relativo credito in compensazione tramite modello F24 indicando il codice tributo 6936 e - quale anno di riferimento - l’anno in cui è iniziato l’investimento, a prescindere dall’anno in cui questo si è concluso o dall’anno di interconnessione del bene strumentale. Ad esempio, per un credito maturato ai sensi del comma 1057 per un investimento iniziato nel 2022 e terminato nel 2023, nel modello F24 dovrà essere indicato l’anno di riferimento “2022”.

Pertanto, per gli investimenti effettuati nel 2021 e nel 2022 interconnessi nel 2023 o nel 2024 le compensazioni possono esser effettuate tramite modello F24 utilizzando il codice tributo 6936 inserendo come anno di riferimento quello in cui è iniziato l’investimento, a prescindere dall’anno in cui questo si è concluso o dall’anno di interconnessione del bene strumentale.

A titolo di esempio, specifica l’Agenzia delle Entrate, per un credito maturato ai sensi del comma 1057 per un investimento iniziato nel 2022 e terminato nel 2023, nel modello F24 dovrà essere indicato l’anno di riferimento “2022”.

 

Aggiornamenti

29/04/2024_Sono stati rilasciati i modelli per compensare il credito d'imposta per gli investimenti del piano Transizione 4.0. Per saperne di più leggi il nostro approfondimento qui.

Torna indietro

News correlate

Sede legale

Direzione generale

Dati societari

Made by Sinaptic
menu
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram